Meglio mitografi che mitomani

07 Ago 2013

Meglio mitografi che mitomani

Per parlare dell’anima ci serviamo di sogni, racconti, reverie, storie, favole, leggende, fantasie... Ci serviamo dei miti. Ma se l’anima è essenzialmente mito-grafica, come può non esserlo la comunicazione? Si comunica con i miti, attraverso i miti: che altro sono Calimero, il cowboy della Marlboro o il mondo arcadico dell’Amaro Montenegro se non sapienti declinazioni mercantili di antiche strutture mitiche? Per non parlare dei miti del progresso, o dell’eguaglianza, in nome dei quali vendiamo prodottie servizi sempre più sofisticati e ‘democratici’, in vista di un ‘progressivo’ affrancamento da dolore, privazioni e ingiustizia sociale (!!!) Noi di Pensativa sappiamo di essere dei mitografi. Ne andiamo orgogliosi e usiamo gli strumenti narrativi per comunicare quasi qualunque cosa: dall’organizzazione managerialedi un’azienda informatica alle prerogative turistiche della nostra regione, dalle complessità del ciclo idropotabile al lancio di un nuovo locale. Storytelling is as old as campfires...

Catalogo PagineBianche d'Autore

Catalogo PagineBianche d'Autore

Cliente: //Page:' }; //]]>

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti: proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'utilizzo dei cookie. 

Per ulteriori informazioni consulta l'informativa. Per saperne di piu'

Approvo