Il cammello sul tetto - Il derviscio metropolitano

Cliente: Burhanuddin Herrmann – Associazione Sufi-Way

Strumento: volumi ‘Il Cammello sul Tetto’ e 'Il derviscio metropolitano', editi da Armenia

Progetto: Non capita tutti i giorni che l’assistente di un maestro Sufi vi chiami un pomeriggio e vi dica: “Ho qui le bozze di un libro scritto dallo Sheikh Burhanuddin Herrmann, discepolo del Maulana Sheikh Nazim al Haqqani di Cipro, quarantesimo Gran Maestro dell’ordine Naqshbandi. Cerco qualcuno che lo riscriva in italiano, mi hanno detto che voi potreste farcela.” Potreste farcela? Il terrore corre sul filo: dev’essere il classico lavoro che ti porta al manicomio. Non resta che snocciolare il preventivo, sperando che i dervisci si spaventino e lascino perdere. Macché, tutti contenti! “Ok, quando si comincia?” Seguono mesi di disperazione: come si fa a rendere il concetto di Râbita, la connessione che si crea tra discepolo e maestro quando il primo si concentra sul volto del secondo, dissolvendosi nella sua presenza? Che fatica... ma abbiamo imparato molto. Indimenticabile poi l'incontro con lo Sheikh.